<![CDATA[FIP]]> Thu, 18 Apr 2019 22:38:18 UTC <![CDATA[Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" - Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini 2019". La seconda giornata di gare ]]> Trofeo Maschile

Girone A (Palazzo dello Sport, Fiorenzuola d'Arda)
14:30 Lombardia-Piemonte
16:30 Marche-Umbria
Classifica: Marche, Lombardia 2; Umbria, Piemonte 0

Girone B (Palazzetto dello Sport, Fidenza)
14:30 Campania-Abruzzo
16:30 Emilia Romagna-Sardegna
Classifica: Emilia Romagna, Campania 2; Sardegna, Abruzzo 0

Girone C (Palazzetto dello Sport, Salsomaggiore Terme)
9:00 Friuli Venezia Giulia-Liguria
15:00 Veneto-Puglia
Classifica: Friuli Venezia Giulia, Veneto 2; Puglia, Liguria 0

Girone D (Palazzetto dello Sport, Salsomaggiore Terme)
11:00 Toscana-Trentino Alto Adige
11:00 Lazio-Sicilia
Classifica: Lazio, Toscana 2; Sicilia, Trentino Alto Adige 0

Girone E
9:30 Basilicata-Molise (Palazzetto dello Sport, Fidenza)
9:30 Calabria-Valle d'Aosta (Palazzo dello Sport, Fiorenzuola d'Arda)
Classifica: Calabria, Basilicata 2; Valle D'Aosta, Molise 0


Trofeo Femminile

9:30 Sicilia-Sardegna (PalaCiti, Parma)
11:00 Marche-Lazio (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
14:30 Veneto-Puglia (PalaCampus, Parma)
14:30 Friuli Venezia Giulia-Trentino Alto Adige (PalaCiti, Parma)
15:00 Piemonte-Toscana (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
16:30 Emilia Romagna-Molise (PalaCiti, Parma)
16:30 Lombardia-Abruzzo (PalaCampus, Parma)
17:00 Liguria-Campania (Palestra Gerini, Salsomaggiore)

Streaming: sito www.fip.it/trofeodelleregioni due gare dalle 15:00 alle 19:00 e le finali del 22 aprile dalle 16:30.
]]>
Thu, 18 Apr 2019 21:20:00 UTC
<![CDATA[1938. Azzurre prime in Europa - La mostra a Bergamo il 20 aprile in occasione di Bergamo-Bertram Tortona ]]> Gli spettatori della gara del campionato di serie A2 Bergamo-Bertram Tortona di sabato 20 aprile potranno assistere alla mostra 1938. Azzurre Prime in Europa. La mostra sarà inaugurata alle ore 19:30 presso il PalaAgnelli (via Pitentino).

La mostra celebra le Azzurre che vinsero quella prima edizione del Campionato Europeo femminile organizzato dalla FIBA. Era il 1938 e il fascismo era all’apogeo. Il dato politico non toglie nulla all’impresa delle dieci Azzurre, dell'allenatore Silvio Longhi e del presidente della FIP Giorgio Asinari di San Marzano. Batterono, davanti a 3000 spettatori, in un’avvincente girone all’italiana, Polonia (27-19), Svizzera (59-8) e Francia (34-18), persero solo di 2 punti con la Lituania (21-23) a causa di un autocanestro, ma si aggiudicarono l’Europeo anche per il miglior quoziente canestri.

Anna Maria Giotto, ultima sopravvissuta all'età di 103 anni di quella Nazionale, vive a Bergamo. L'esposizione, grazie alla collaborazione e l'affetto della BB14 Bergamo, vuole essere un omaggio alla signora Giotto e alla famiglia che hanno dato un grande contribuito per reperire il materiale della mostra.

La mostra 1938. Azzurre Prime in Europa non è solo un modo per ricordare un’importante manifestazione vinta, ma anche per conoscere le origini del nostro sport, per capire come eravamo e per comprendere come tutto ciò abbia influenzato il nostro modo di vivere la pallacanestro.

L'idea della mostra e la raccolta dei materiali sono del giornalista Massimiliano Mascolo e del fotografo Alessandro Rizzardini a cui hanno dato il via l'archivio personale di Annamaria Giotto, oggi 103 anni ed unica sopravvissuta di quella squadra, miglior realizzatrice italiana di quell’Europeo con 30 punti in 4 gare.

La mostra, a cura della Federazione Italiana Pallacanestro, realizzata graficamente da Alessandro Orrico, è stata portata nei principali palazzetti di serie A1 e serie A2 femminile nel corso della stagione 2018-19 dalla Legabasket Femminile. L'esposizione viene declinata in 8 pannelli 180x100cm che raccontano in 16 tavole i momenti di quell’Europeo, dalla preparazione alla vittoria, illustrando il significato sociale dello sport al femminile in piena epoca fascista alla fine degli anni Trenta, le modalità di gioco e lo stato di sviluppo della pallacanestro femminile in Italia, prima della catastrofe collettiva della seconda Guerra Mondiale.

La mostra è stata già esposta a La Spezia, Napoli, San Martino di Lupari (in occasione della Final 8 di Coppa Italia), Campobasso e Siena. In corso di definizione le successive tappe della mostra.
]]>
Thu, 18 Apr 2019 14:19:00 UTC
<![CDATA[High School BasketLab - Fase interzonale Campionato Under 18 Femminile, a Bologna HSBL-Schio 46-47 (Ronchi 11) ]]> Al termine di una bellissima partita, giocata al PalaDozza di Bologna, la squadra del progetto High School BasketLab è stata sconfitta dal Famila Schio 47-46 nel quarto impegno della fase interzonale del campionato Under 18. Nell'altro impegno del girone, Vigarano si è imposta a Vittuone.

La miglior marcatrice della squadra di Giovanni Lucchesi è stata Sara Ronchi con 11 punti, in doppia cifra anche Valentina Braida a quota 10 mentre la top scorer della partita è stata la scledense Chagas (20).

HSBL è partita contratta (2-8) ma poi ha trovato il massimo vantaggio sul 23-15. La partita si è mantenuta equilibrata fino allo scadere, decisivo il canestro segnato a 5 secondi dalla fine segnato da Schio dopo che un gioco da tre punti di Braida aveva riportato avanti HSBL sul 46-45.

HSBL: Ronchi 11, Volpe, Varaldi, Setti 1, Braida 10, Iagulli, Celani 3, Logoh 7, Egwoh 8, Rescifina 4, Keshi 2, Medeot. All. Giovanni Lucchesi.
Schio: Zanella, Galdiolo, Carollo, Viviani 11, Chagas 20, Battilotti 3, Meggiolaro 6, Merlini, Oliviero 1, Garzotto, Pierini 6. All. Giustino Altobelli.

Gli altri tre tabellini della fase interzonale

HSBL-Mirabello 51-75
High School BasketLab: Ronchi 7, Volpe 4, Varaldi 4, Setti 5, Braida 2, Iagulli, Celani 3, Susca 2, Arado 4, Logoh 12, Egwoh 6, Medeot 2. All. Giovanni Lucchesi.

Famila Schio-HSBL 63-45 (36-24)
HSBL: Ronchi 16, Volpe, Varaldi, Setti 4, Braida 3, Iagulli 2, Celani, Arado, Logoh, Egwoh 12, Keshi 8, Medeot. All. Giovanni Lucchesi.

Vittuone-High School BasketLab 50-55
HSBL: Varaldi 5, Ronchi 11, Braida 8, Egwoh 8, Rescifina 9, Susca 3, Arado 1, Setti 6, Celani 4. All. Giovanni Lucchesi

Le ragazze del progetto
Arianna Arado (2004, 1.82, A, Amatori Savona)
Valentina Braida (2003, 1.80, Sporting Udine)
Noemi Celani (2003, 1.78, Monterotondo)
Ashley Egwoh (2002, 1.85, Lumaka Reggio Calabria)
Martina Iagulli (2003, 1.79, Libertas Moncalieri)
Promise Keshi (2003, 1.77, Raptors Basketball Mestrino)
Vittoria Lavinia Lanzilotti (2004, 1.82, A, Milano Basket Stars)
Caterina Logoh (2003, 1.75, Vis Castelfidardo)
Laura Medeot (2003, 1.85, A, Alba Cormons)
Anna Daria Rescifina (2003, 1.79, Giuseppe Rescifina Messina)
Sara Ronchi (2003, 179, Biassono)
Linda Setti (2003, 1.70, Correggio)
Stefania Susca (2004, 1.82, A, I Delfini Monopoli)
Sofia Varaldi (2003, 1.85, Laposmile Moncalieri)
Sara Volpe (2003, 1.77, Libertas Gym and Basket)

Coach: Giovanni Lucchesi, Davide Malakiano, Angela Adamoli
Team Manager: Carolina Gatta ]]>
Thu, 18 Apr 2019 08:46:00 UTC
<![CDATA[Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" - Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini 2019". La prima giornata di gare ]]> Questi i risultati della prima giornata al Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2019.


Torneo Maschile

Girone A
Lombardia-Umbria 55-39
La gara inaugurale del Trofeo delle Regioni sorride alla Lombardia che batte l’Umbria grazie soprattutto alla grande prova difensiva del secondo tempo. Desta comunque ottime impressioni la squadra umbra che conduce il match per larghi tratti nei primi due quarti, pur andando all’intervallo sotto di due punti, grazie a una tripla a fil di sirena del lombardo Demostene Frangos. Al rientro in campo i campioni in carica della Lombardia alzano ulteriormente l’intensità difensiva e piazzano il break decisivo, aumentando poi il distacco nell’ultima frazione, in cui concedono solamente quattro punti agli avversari.
Tabellini, play by play e statistiche

Piemonte-Marche 50-78
Le migliori individualità delle Marche ed una difesa attenta, hanno fatto la differenza. La partita, in pratica, è durata soltanto un quarto: le solite emozioni dell’esordio, qualche canestro facile fallito e 7-12 al 6’. Il miglior momento del Piemonte coincideva col sorpasso firmato dalla lunetta da Lorenzo Baldi (13-12 al 9’). Il successivo parziale di 1-15, nei successivi sei minuti, indirizzava la gara verso la vittoria delle Marche.
Tabellini, play by play e statistiche

Girone B
Emilia Romagna-Abruzzo 100-51
Non deludono i padroni di casa dell’Emilia Romagna che battono senza troppi sforzi l’Abruzzo. Gli ospiti, infatti, restano in partita solamente nel primo periodo, quando riescono a rispondere al parziale iniziale di 11-2 dell’Emilia, chiudendo i dieci minuti inaugurali sul -3 (19-16). Nel secondo quarto l’Emilia Romagna si scatena con un incredibile break di 26-0 che di fatto chiude l’incontro, visto il 49-25 con cui si torna negli spogliatoi. Nel terzo periodo, dopo un tentativo degli abruzzesi di rifarsi sotto, arriva un altro parziale terrificante (23-1) dei locali che mettono in ghiaccio la gara.
Tabellini, play by play e statistiche

Sardegna-Campania 54-81
Parte con il piede giusto il TdR della Campania che batte nettamente la Sardegna. I campani ottengono un vantaggio in doppia cifra già a fine primo quarto ma nella seconda frazione il match diventa più equilibrato e i sardi restano a galla, tornando negli spogliatoi sul -15 (27-42). La squadra allenata da Mariano Gentile riesce comunque a gestire senza eccessive difficoltà, allungando definitivamente nel finale quando il gap arriva anche a toccare le 31 lunghezze, prima della piccola reazione finale della Sardegna
Tabellini, play by play e statistiche

Girone C
Veneto-Liguria 87-48
Buon esordio per il Veneto che,batte la Liguria 87-48. A fare la differenza sono stati il maggior dinamismo e la maggior stazza dei veneti che hanno vinto la battaglia sotto le plance (42-37) e hanno costretto gli avversari a ben 37 palle perse e a tirare con il 29% dal campo.
Tabellini, play by play e statistiche

Friuli Venezia Giulia-Puglia 68-52
A Fidenza la giornata si chiude con la vittoria del Friuli Venezia Giulia ai danni della Puglia. Dopo un buon avvio pugliese, il FVG sorpassa nel secondo periodo e scappa via nel terzo, piazzando un break di 18-0 nel terzo quarto che di fatto vale l’incontro. I pugliesi, infatti, non riescono più a reagire e si ritrovano anche sotto di 20 punti, limando leggermente lo svantaggio nelle ultimissime battute.
Tabellini, play by play e statistiche

Girone D
Lazio-Trentino Alto Adige 96-46
Si apre con una vittoria il TdR del Lazio che riesce agevolmente ad avere la meglio sul Trentino Alto Adige. I laziali partono forte ma gli avversari restano in scia con qualche conclusione dalla lunga distanza, il contropiede della formazione allenata da Enrico Gilardi, però, è micidiale e vale il 29-9 a fine primo periodo. Continuano ad essere troppe le palle perse da parte dei trentini che subiscono un altro 9-0 di parziale in apertura di secondo quarto e di fatto escono dalla partita, anche perché il Lazio continua a giocare su ritmi elevatissimi e torna negli spogliatoi con ben 68 punti a referto. Non cambia molto al rientro in campo: i laziali restano sempre in controllo mentre il Trentino Alto Adige riesce a limare il distacco solamente nell’ultima frazione.
Tabellini, play by play e statistiche

Toscana-Sicilia 67-56
Una gara intensa e combattuta. Una partita con sorpassi continui caratterizzati da break e contro break. Ultimo quarto emozionante, con la Toscana che insegue (54-55 al 33') e poi supera in virtù di due tiri piazzati (60-55 al 35'). La Sicilia tenta un ultimo attacco. La tripla del toscano Lorenza Madeo spegne le ultime velleità siciliane e decide la gara.
Tabellini, play by play e statistiche

Girone E
Basilicata-Valle D'Aosta 81-52
La Basilicata esordisce con un successo netto nei confronti della Valle d’Aosta. I lucani conducono fin dall’inizio, sfruttando la maggior fisicità sotto i tabelloni per portarsi sul 24-11 al termine del primo periodo. Il distacco fra le due squadre cresce ulteriormente, i valdostani continuano a perdere troppi palloni e si ritrovano sotto 48-23 dopo 20 minuti di gioco. Al ritorno dagli spogliatoi la Basilicata controlla senza rischiare nulla e riesce ad aumentare ancora il distacco, prima della parziale riscossa della Valle d’Aosta che nell’ultimo quarto rende meno amaro il passivo.
Tabellini, play by play e statistiche

Calabria-Molise 69-39
Vittoria larga per la Calabria che apre nel migliore dei modi il suo TdR. La gara si incanala sui binari giusto fin da subito per i calabresi che sfoderano un primo periodo da 24-7, mettendo immediatamente una distanza considerevole fra sé e gli avversari. Nel secondo periodo i molisani si scuotono e riescono a giocarsela alla pari, tornando però negli spogliatoi con 21 punti da recuperare. Dopo l’intervallo la Calabria gestisce senza patemi, il Molise torna fino a -14 nel corso del quarto periodo ma i calabresi rispondono immediatamente, arrivando addirittura fino al +30 finale.
Tabellini, play by play e statistiche



Torneo Femminile

Abruzzo-Valle d'Aosta 45-40
Grande equilibrio nella prima sfida femminile del TdR, vinta dall’Abruzzo in volata sulla Valle d’Aosta. Le abruzzesi conducono con scarti minimi nelle prime due frazioni, ma all’intervallo il punteggio è in perfetta parità (23-23), nel terzo periodo le valdostane mettono addirittura la testa avanti ma chiudono comunque sul -3 all’ultimo riposo. Match tiratissimo nella quarta frazione con l’Abruzzo che sembra in grado di chiuderla allungando sul +7, le avversarie tornano a contatto nell’ultimo minuto ma non riescono a completare la rimonta.
Tabellini, play by play e statistiche

Umbria-Molise 48-53
Vittoria che arriva solamente nel finale anche per il Molise, che riesce faticosamente ad avere la meglio sull’Umbria. Dopo un primo periodo a basso punteggio (2-7), la gara si anima con un break molisano, subito replicato dalle umbre che vanno al riposo lungo sul +1 (24-23). Nella terza frazione le ragazze di coach Anzini mettono anche il naso avanti ma il Molise resta lì (36-36 dopo tre quarti di gioco) e trova i canestri decisivi nell’ultimo periodo, grazie soprattutto a Alessandra Falbo che chiude con 36 punti a referto.
Tabellini, play by play e statistiche

Trentino Alto Adige-Calabria 45-24
Inizia il suo percorso con un successo anche il Trentino Alto Adige che supera la Calabria piazzando l’allungo decisivo nel quarto periodo. L’avvio di gara, infatti, è all’insegna dell’equilibrio: 8-8 il punteggio al termine del primo quarto, poi il primo tentativo di fuga trentino per il 20-12 dell’intervallo lungo. Le ragazze allenate da Andrea Balduzzi scappano oltre la doppia cifra di vantaggio in avvio di terza frazione e chiudono definitivamente l’incontro nel quarto periodo con un parziale di 16-4.
Tabellini, play by play e statistiche

Puglia-Basilicata 103-22
Vittoria netta della Puglia che travolge la Basilicata chiudendo la partita già nel primo quarto. Il 9-0 di parziale con cui inizia la gara è soltanto un assaggio, dato che le pugliesi conducono 22-2 dopo sei minuti di gioco e concludono la prima frazione sul 28-6. Match in archivio dopo pochi minuti per la Puglia che all’intervallo si ritrova avanti di 45 punti (55-10) ma non si ferma neanche al rientro dagli spogliatoi, facendo aumentare il distacco fino al 103-22 finale.
Tabellini, play by play e statistiche

Toscana-Sardegna 51-59
La Sardegna apre il suo TdR battendo la Toscana al termine di un match intenso ed equilibrato dal primo all’ultimo minuto. Partono meglio le sarde con Anastasia Kaleva che prende per mano le sue compagne ma le toscane si scuotono dopo un timeout e chiudono il quarto iniziale sul +2 (14-12) e conducono anche per larghi tratti del secondo periodo, prima del sorpasso isolano poco prima dell’intervallo (27-30). La Toscana impatta e passa in vantaggio subito dopo il rientro in campo ma la Sardegna risponde con Manuela Pilo, ristabilendo la parità all’ultima pausa. Grande agonismo nel quarto periodo, alla fine riesce a spuntarla la squadra sarda che accumula il vantaggio necessario ad evitare il finale in volata.
Tabellini, play by play e statistiche

Lazio-Campania 75-62
Esordio vincente per il Lazio che supera la Campania grazie a un ottimo terzo periodo, durante il quale matura gran parte del distacco fra le due squadre. Le laziali iniziano meglio l’incontro ma la Campania ha il merito di rimanere lì, riuscendo a trovare ottime risorse vicino a canestro e limitando i danni al -6 (16-10) di fine primo periodo. Nella seconda frazione il Lazio alza il ritmo ma le campane rispondono con buone conclusioni da lontano e restano in scia (36-27). All'inizio della ripresa arriva il break decisivo per le ragazze guidata da Angela Adamoli, estremamente ciniche nello sfruttare gli errori della difesa avversaria per portarsi sul +20 all’ultimo riposo. Nel quarto periodo la Campania tenta di riavvicinarsi ma riesce solamente a diminuire il distacco, senza che il risultato finale torni in discussione.
Tabellini, play by play e statistiche

Liguria-Marche 64-33
Vince la Liguria che, grazie alle palle rubate e ai contropiedi, riesce a controllare e a dettare il ritmo della partita. Le Marche sono in partita per due quarti, per poi piegarsi all’intensità del gioco ligure.
Tabellini, play by play e statistiche

Lombardia-Veneto 68-54
Le campionesse in carica della Lombardia partono con una vittoria ai danni del Veneto, al termine di una gara combattuta ma comunque sempre condotta delle lombarde. Le ragazze di Roberto Riccardi cercano per un paio di volte di allungare nel corso del primo tempo ma la risposta delle venete arriva sempre puntuale. Dopo l'intervallo, però, c'è il break decisivo da parte della Lombardia che supera la doppia cifra di vantaggio e riesce poi a gestire nel finale, senza mai rischiare nulla.
Tabellini, play by play e statistiche

Piemonte-Sicilia 73-45
Dura solo quattro minuti l'equilibrio fra Piemonte e Sicilia. Poi le Piemontesi prendono progressivamente il largo, incrementano il punteggio e giocano in controllo fino a fine gara, anche se con spunti interessanti di buon gioco delle ragazze siciliane a punteggio acquisito.
Tabellini, play by play e statistiche

Emilia Romagna-Friuli Venezia Giulia 48-60
Esordio molto positivo per il Friuli Venezia Giulia, che, con grande determinazione, si impone sull'Emilia Romagna dettando il ritmo della partita. Primi due quarti quasi in equilibrio ma, poi, nella ripresa, la tenacia del Friuli Venezia Giulia si impone e ha la meglio.
Tabellini, play by play e statistiche

-----------------------------------

Le gare di venerdì 19 aprile

Trofeo Maschile

Girone A (Palazzo dello Sport, Fiorenzuola d'Arda)
14:30 Lombardia-Piemonte
16:30 Marche-Umbria
Classifica: Marche, Lombardia 2; Umbria, Piemonte 0

Girone B (Palazzetto dello Sport, Fidenza)
14:30 Campania-Abruzzo
16:30 Emilia Romagna-Sardegna
Classifica: Emilia Romagna, Campania 2; Sardegna, Abruzzo 0

Girone C (Palazzetto dello Sport, Salsomaggiore Terme)
9:00 Friuli Venezia Giulia-Liguria
15:00 Veneto-Puglia
Classifica: Friuli Venezia Giulia, Veneto 2; Puglia, Liguria 0

Girone D (Palazzetto dello Sport, Salsomaggiore Terme)
11:00 Toscana-Trentino Alto Adige
11:00 Lazio-Sicilia
Classifica: Lazio, Toscana 2; Sicilia, Trentino Alto Adige 0

Girone E
9:30 Basilicata-Molise (Palazzetto dello Sport, Fidenza)
9:30 Calabria-Valle d'Aosta (Palazzo dello Sport, Fiorenzuola d'Arda)
Classifica: Calabria, Basilicata 2; Valle D'Aosta, Molise 0


Trofeo Femminile

9:30 Sicilia-Sardegna (PalaCiti, Parma)
11:00 Marche-Lazio (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
14:30 Veneto-Puglia (PalaCampus, Parma)
14:30 Friuli Venezia Giulia-Trentino Alto Adige (PalaCiti, Parma)
15:00 Piemonte-Toscana (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
16:30 Emilia Romagna-Molise (PalaCiti, Parma)
16:30 Lombardia-Abruzzo (PalaCampus, Parma)
17:00 Liguria-Campania (Palestra Gerini, Salsomaggiore)

Streaming: sito www.fip.it/trofeodelleregioni due gare dalle 15:00 alle 19:00 e le finali del 22 aprile dalle 16:30.

]]>
Thu, 18 Apr 2019 07:57:00 UTC
<![CDATA[Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" - Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini 2019". In campo dal 18 aprile ]]> 40 rappresentative regionali (20 maschili ed altrettante femminili) di ragazzi e ragazze under 14 e under 15 per un totale di 480 atleti, insieme a 40 giovani arbitri e 40 ufficiali di campo, con i rispettivi tecnici, istruttori arbitrali e dirigenti, daranno vita da domani fino a lunedì 22 aprile all'edizione 2019 del Trofeo delle Regione "Cesare Rubini".

Il Trofeo delle Regioni, nato nel 1982 per volontà di Cesare Rubini, all'epoca responsabile delle squadre Nazionali, e che dal 2013 gli è stato intitolato, è una delle principali manifestazioni giovanili organizzate dalla FIP.

Salsomaggiore Terme (in provincia di Parma) è la città che ospita il Trofeo 2019, ma si giocherà anche sui campi di Fidenza, Fiorenzuola d'Arda e nello stesso capoluogo di regione di Parma. Per le strade di Salsomaggiore domani alle 21:00 si terrà la manifestazione ufficiale di apertura con tutti i partecipanti.

E' la quinta volta che l'Emilia Romagna ospita il Trofeo delle Regioni dopo le edizioni di Cervia (2006 e 2007), Rimini (2014) e Bologna (2016).

Questo il calendario di giovedì 18 aprile, prima giornata di gare


Torneo Maschile

Girone A (Palazzetto dello Sport Salsomaggiore)
9:00 Lombardia-Umbria
11:00 Piemonte-Marche

Girone B (Palazzetto dello Sport Salsomaggiore)
15:00 Emilia Romagna-Abruzzo
17:00 Sardegna-Campania

Girone C (Palasport Fidenza)
14:30 Veneto-Liguria
16:30 Friuli Venezia Giulia-Puglia

Girone D (Palasport Fiorenzuola d'Arda)
14:30 Lazio-Trentino Alto Adige
16:30 Toscana-Sicilia

Girone E
9:30 Basilicata-Valle D'Aosta (Palasport Fidenza)
9:30 Calabria-Molise (Palasport Fiorenzuola d'Arda)



Torneo Femminile
9:00 Abruzzo-Valle D'Aosta (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
9:30 Umbria-Molise (Palaciti, Parma)
9:30 Trentino Alto Adige-Calabria (PalaCampus, Parma)
11:00 Puglia-Basilicata (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
14:30 Toscana-Sardegna (Palaciti, Parma)
14:30 Lazio-Campania (PalaCampus, Parma)
15:00 Liguria Marche (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
16:30 Lombardia-Veneto (PalaCiti Parma)
16:30 Piemonte-Sicilia (PalaCampus, Parma)
17:00 Emilia Romagna-Friuli Venezia Giulia (Palestra Gerini, Salsomaggiore)

E' possibile seguire il Trofeo delle Regioni sul sito www.fip.it/trofeodelleregioni dove ogni giorno saranno trasmesse due gare in streaming dalle 15:00 alle 19:00 e le finali del 22 aprile dalle 16:30. ]]>
Wed, 17 Apr 2019 14:25:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - EasyBasketinClasse, a Sala Consilina termina il tour 2019 ]]> Termina a Sala Consilina il tour dell' EasyBasketinClasse 2019. Partito da Domodossola, per poi proseguire ad Ancona, Cannara (Perugia), Riccò del Golfo (La Spezia) e Selargius (Cagliari), il viaggio del Responsabile Settore Scuola FIP e testimonial del progetto Giacomo Galanda e del Responsabile Tecnico Settore Minibasket e Scuola FIP Maurizio Cremonini ha vissuto il suo ultimo atto nella località campana.

Sul legno del Pala Zingaro, a giocare con Gek e Maurizio per oltre tre ore, sono arrivati 250 studenti delle Scuole Primarie dell'Istituto Comprensivo di Sala Consilina. A seguirli dagli spalti, il sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone, il sindaco di Atena Lucana Luigi Vertucci, la delegata allo sport di Sala Consilina Elena Gallo, il presidente FIP Salerno Carlo Rizzo e il consigliere regionale FIP Campania Simona Sica. In campo con i ragazzi il responsabile tecnico minibasket FIP Campania Enrico Giamberini, e il coordinatore tecnico FIP Campania Dario Mondini.

L’appuntamento di Sala Consilina è stato anche occasione per tracciare un bilancio del progetto per la Scuola giunto alla sua seconda edizione. Queste le parole di Giacomo Galanda: “In ogni scuola che abbiamo visitato quest'anno, si è sempre scatenata una bellissima festa. E' fantastico! Rispetto alla prima edizione, i numeri di EasyBasketinClasse sono quasi raddoppiati. Siamo soddisfatti, e devo ringraziare la FIP che continua a credere in questo progetto. In campo, beh, i bambini regalano sempre grandi emozioni. Anche se per molti è la prima volta con una palla da basket in mano, sembra che la conoscano da sempre. Riempie gli occhi osservare quella voglia di andare a canestro, quel voler entrare in competizione in maniera sana e nel rispetto delle regole, quella ricerca del divertimento, insieme. I ragazzi sono fantastici anche fuori dal campo. A Sala Consilina, così come in tutta Italia, gli alunni hanno realizzato degli elaborati molto creativi. In qualche disegno mi hanno anche raffigurato. Mi fa enormemente piacere, li ringrazio tutti!".

EasyBasketinClasse è un lavoro di squadra, in cui la FIP si avvale del prezioso supporto dei Comitati Regionali, dell’agenzia di comunicazione Neways, e dei 4.000 insegnanti coinvolti. Maurizio Cremonini riassume così: "La percezione, a Sala Consilina così come negli altri eventi organizzati per l’EasyBasketinClasse 2019, è che la nostra proposta funziona. L'Easy sa appassionare, fa divertire, coinvolge. Spinge i bambini ad essere protagonisti, a decidere quando e cosa fare in campo. Dobbiamo essere orgogliosi dei numeri del progetto. E dobbiamo assorbire ciò che questi eventi ci hanno insegnato, e cioè che nelle realtà, anche piccole, c’è una grande voglia di conoscere il nostro sport. E praticarlo. Io per la parte tecnica e Gek per la parte motivazionale e promozionale, abbiamo avuto bisogno del supporto degli insegnanti e degli Staff tecnici regionali, al fine di permettere a tutti i bambini di provare il nostro fantastico sport. Davvero grazie a loro. E grazie a Neways, che con il suo know how ci ha permesso di entrare nelle aule. Abbiamo avuto la riprova che il nostro sport piace, e la nostra proposta è coerente con quello che la Scuola chiede. Dobbiamo continuare su questa linea".

Emozioni scandite al ritmo della palla gialla “Easy”, e colorate dalle centinaia di elaborati realizzati dagli studenti di Sala Consilina. Il tema del contest legato a EasyBasketinClasse, uguale per tutte le 4.128 classi che hanno aderito il progetto, è “Disegna il pallone della Nazionale di pallacanestro”, e così come nelle altre località toccate dal tour, non è mancata la fantasia e la creatività dei giovanissimi artisti.

Giunto al suo ultimo appuntamento sul campo, EasyBasketinClasse, progetto che segue le linee guida dell'accordo CONI-MIUR per la promozione dello sport nella scuola come palestra di vita e prevenzione della sedentarietà, può guardare con orgoglio ai numeri che è riuscito a coinvolgere. Grazie al progetto del Settore Scuola FIP nell'anno scolastico 2018/19 hanno giocato a Easybasket 82mila alunni. Boom anche per il contest creativo, con 2.007 elaborati arrivati tramite mail e posta ordinaria. Tra questi, a giugno la Commissione di EasyBasketinClasse formata dai testimonial del progetto Giacomo Galanda e Cecilia Zandalasini e da Maurizio Cremonini, decreterà i 20 vincitori regionali e il vincitore nazionale.
]]>
Wed, 17 Apr 2019 12:44:00 UTC
<![CDATA[Presidente - FIP e LBA vicine alla Francia, prima delle partite suoneranno le note della Marsigliese ]]> Il Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Giovanni Petrucci, apprezzando l'iniziativa adottata dalla LegaBasket, ha deciso di far suonare le note della Marsigliese anche nei campionati di Lega Nazionale e della Lega Femminile in segno di solidarietà al popolo francese per l'incendio che nei giorni scorsi ha colpito la cattedrale di Notre Dame.
]]>
Wed, 17 Apr 2019 08:25:00 UTC
<![CDATA[Ragazze in Tiro - Ragazze in Tiro torna da domani a Parma, insieme al "Trofeo delle Regioni" ]]> Torna nuovamente al lavoro “Ragazze in Tiro”, il progetto tecnico della FIP coordinato da Marco Crespi e dedicato esclusivamente al fondamentale del tiro. Il quarto appuntamento stagionale, dopo quelli di Bologna, Broni e San Martino di Lupari, è fissato a Parma dal 18 al 19 aprile, in concomitanza col "Trofeo delle Regioni" che si giocherà in questi giorni tra Parma e Salsomaggiore.

Sedici ragazze delle Selezioni Regionali sono state "convocate" da coach Crespi e parteciperanno ai due allenamenti previsti a Vico Fertile.

Le convocate
Beatrice Del Pero (1999, 1.75, P, B&P Autoricambi Costa Masnaga)
Caterina Gilli (2002, 1.80, G, Meccanica Nova Vigarano M.)
Giulia Ianezic (2000, 1.78, G, Lib. Sporting School Udine)
Francesca Leonardi (2002, 1.81, G, Reyer Venezia Mestre)
Ndack Mbengue (2003, 1.84, C, Don Felice Colleoni Trescore)
Sara Madera (2000, 1.88. C, Umana Reyer Venezia Mestre)
Giulia Natali (2002, 1.76, P, Meccanica Nova Vigarano M.)
Silvia Nativi (2002, 1.78, P, Meccanica Nova Vigarano M.)
Ilaria Panzera (2002, 1.78, G, Geas Sesto S. Giovanni)
Silvia Pastrello (2001, 1.78, G, Giants Basket Marghera)
Anna Profaiser (2000, 1.80, A, Fanola-Onetech S.M. di Lupari)
Lucia Adele Savatteri (2001, 1.90, C, Passalacqua Ragusa)
Martina Spinelli (2002, 1.84, A-C, B&P Autoricambi Costa Masnaga)
Sara Toffolo (2000, 1.84, A, Giants Basket Marghera)
Valeria Trucco (1999, 1.91, A-C, Pallacanestro Torino)
Costanza Verona (1999, 1.72, P, Geas Sesto S. Giovanni)

18 aprile
Ore 13.00 Raduno presso Hotel CDH Parma e Congressi
Ore 15.00-18.30 Allenamento

19 aprile
Ore 8.30-12.30 Allenamento

Fine raduno ]]>
Wed, 17 Apr 2019 07:16:00 UTC
<![CDATA[Minibasket - Il Minibasket italiano va in Namibia. L'Africa cestistica a lezione con Cremonini ]]> Dall'Italia alla Namibia. Oltre 11.000 chilometri dividono due Nazioni diverse per cultura, economia, opportunità. Le diversità scompaiono però, quando il linguaggio che si utilizza è quello universale, quello dello sport.

È quello che è successo nella convention Minibasket tenutasi a Windhoek, dall'11 al 14 aprile. Grazie al lavoro di FIBA e dall'International Basketball Foundation, nella capitale namibiana si sono ritrovati per quattro giorni i rappresentanti di numerose federazioni cestistiche africane, per parlare del giocosport della pallacanestro, di come ogni Nazione del Continente lo propone ai giovanissimi, e per porsi tutti gli interrogativi su come svilupparlo.

Ospite d'eccezione, il Minibasket italiano, ritenuto dalla Federazione Internazionale un modello d'esportazione e unico rappresentante del Vecchio Continente nell'importante meeting di Windhoek.

Il compito di esporre la proposta italiana è spettato a Maurizio Cremonini, Responsabile Tecnico del Settore Minibasket FIP e sempre più voce internazionale del nostro modello del giocosport.

Di fronte a una platea in cui spiccava il Presidente di FIBA Africa Hamane Niang, seduto al fianco dei Presidenti delle Federazioni cestistiche nazionali, ai Responsabili Minibasket e agli allenatori giunti in Namibia da ogni angolo del Continente, Cremonini aveva pensato ad un intervento che potesse coinvolgere i 22 atleti taglia XS (dai 6 ai 12 anni) con i giochi che quotidianamente utilizza in Italia, e che sempre più spesso è chiamato ad esporre in giro per l'Europa e per il Mondo.

“Secondo il programma, il mio intervento era previsto alle ore 12:00 – racconta Cremonini – dopo gli allenamenti tenuti dai miei colleghi marocchini e namibiani. A mezzogiorno, in un playground all'aperto, con oltre 30 gradi, e con qualche bambino che era in campo a piedi scalzi. Insomma, non proprio le condizioni ideali! Avevo preparato un intervento con l'intento di presentare alcuni dei nostri giochi attuali. Ma ho dovuto riscrivere in fretta la lezione, rapportandola alla situazione, proponendo attività da noi utilizzate ormai da qualche anno, e provando ad evidenziare i punti forti del nostro approccio didattico-metodologico. La risposta dei minicestisti è stata super positiva, ne hanno percepito la novità e l'hanno gestita con ottimi risultati. Ma...”.

Ma? “Per quello che ho potuto osservare – continua il Responsabile Tecnico del Settore Minibasket FIP - il concetto di minibasket in Africa è ancora un po' naif, e molto tecnico. I bambini sono abituati a eseguire gli input di modo quasi meccanico, senza essere stimolati a prendere iniziativa, a ragionare con autonomia, a sbagliare e a capire i motivi dell'errore. Questo è l'aspetto più interessante che, sia durante il clinic che poi durante il resto del meeting, abbiamo avuto modo di approfondire con i Responsabili Tecnici africani. C'è tanta passione e c'è tanta voglia di fare. Ma in alcuni casi, ho notato che non è ancora ben chiaro l'obiettivo strategico del minibasket”.

Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Israele, Danimarca, Slovenia, e ora la Namibia. Solo in questo primo quadrimestre del 2019 Cremonini ha portato il messaggio del Minibasket italiano in tour nel mondo. “Il nostro modello è apprezzato e riconosciuto a livello globale. Il merito è tutto della Federazione Italiana Pallacanestro, che da quasi venti anni ha riposto fiducia a questo approccio didattico, consentendomi di proporlo con orgoglio fuori dai nostri confini nazionali. L'esperienza del meeting in Namibia è senza dubbio una delle più affascinanti mai vissute. Stiamo parlando di una Nazione fra le più povere del mondo, ma l'area in cui è si è svolto il meeting è una struttura di ottimo livello realizzata con il contributo della Federbasket tedesca (la Namibia è stata colonia della Germania per quasi cento anni, ndr). Il minibasket è ancora allo stato embrionale, ma hanno dalla loro due grandi virtù: curiosità e passione. Con queste premesse, sono fiducioso per il loro futuro”.


Ufficio Stampa FIP
]]>
Tue, 16 Apr 2019 19:05:00 UTC
<![CDATA[Presidente - Risorse per gli investimenti e riduzione degli oneri di gestione. FIP e LBA dal sottosegretario Giorgetti ]]> Il Presidente federale Giovanni Petrucci e il Presidente della LBA Egidio Bianchi, accompagnati dal Segretario Generale FIP Maurizio Bertea, sono stati ricevuti dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport Giancarlo Giorgetti.

La delegazione ha rappresentato l'esigenza di interventi - come già previsto in passato - che riportino al basket professionistico risorse a sostegno degli investimenti, nonché la necessità di individuare soluzioni che possano ridurre gli oneri di gestione per i club, in particolar modo con sgravi fiscali e crediti di imposta.

Il Presidente Petrucci ha, inoltre, ringraziato il Sottosegretario per la sensibilità dimostrata nei confronti del tema delle scommesse sportive, sia per quanto riguarda i campionati esclusivamente riservati ai minori di età sia per quanto riguarda i campionati delle serie inferiori, che saranno oggetto di ulteriori attenzioni e provvedimenti. ]]>
Tue, 16 Apr 2019 18:02:00 UTC
<![CDATA[Giustizia sportiva - Il Tribunale Federale su Marco Tajana e Massimo Gritti ]]> Il Tribunale Federale, applica al tesserato Tajana Marco la sanzione dell'inibizione di giorni 41, che considerando la misura cautelare già sofferta, deve ritenersi già espiata;

applica al tesserato Gritti Massimo la sanzione dell'inibizione di giorni 60 decorrenti dal 18 luglio 2019, giorno successivo al termine finale d'altra sanzione applicata dal Giudice Sportivo Nazionale e pertanto, calcolando la misura cautelare già sofferta, fino al 6 agosto 2019. ]]>
Tue, 16 Apr 2019 14:23:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - "Basket Magazine". Il numero 55 è in edicola ]]> Il ritorno in Serie A della Fortitudo, l’intervista a Marco Sodini, il personaggio Chalmers. E, ancora, le reazioni al sorteggio della World Cup con uno sguardo al basket internazionale con Divincenzo, le nuove stelle della Nba e Federico Perego, insieme a Mariella Santucci che, con Davide Moretti e Francesco Badocchi, ha scelto nella Ncaa un percorso di studio e di basket.

Sono questi gli argomenti e i personaggi principali affrontati nel numero di aprile di "Basket Magazine", periodico di pallacanestro e cultura sportiva, al suo settimo anno di vita. Diretto da Mario Arceri, disponibile anche in edizione digitale, ogni mese affronta gli argomenti e propone i personaggi più interessanti ed attuali del basket italiano e internazionale, arricchito dalle immagini di Giulio Ciamillo e dei suoi collaboratori.

Il numero 55 è aperto dall’impresa della Fortitudo che, dopo dieci anni, torna in Serie A. L’intervista di Eugenio Petrillo al coach Antimo Martini, il profilo di Rosselli, l’intervista di un giornalista illustre come Diego Costa, gli Stato Sociale, la band bolognese più affermata e amata dai giovani, che a Mirko Pellecchia raccontano la passione per il basket e già affrontano il tema del derby, e l’opinione di Fabrizio Pungetti sulla nuova primavera cestistica all’ombra delle Due Torri, completano lo speciale sulla promozione che la “F” ha conquistato con tre settimane d’anticipo.

Martina Borzì intervista Marco Sodini, facendoci conoscere un personaggio di grande cultura oltre che di capacità tecnica. Eugenio Petrillo, ancora a Bologna, ci racconta Mario Chalmers in un servizio arricchito dalle opinioni di Maurizio Roveri e di Alberto Bortolotti. Niccolò Arenella ci racconta la maturazione di Ruzzier, Mirko Pellecchia propone un insolito ritratto di Caleb Green, Alessandro Luigi Maggi mette in evidenza Bramos, l’uomo dell’ultimo canestro, Klaus Krug parla con Cunningham, uno degli stranieri più interessanti arrivati quest’anno.
Il sorteggio della World Cup ci ha fatto conoscere il destino dell’Italia. Mario Arceri fa il punto sugli azzurri che troveranno sulla loro strada Djordjevic e Scariolo alla guida delle due nazionali più vincenti degli ultimi anni alle spalle degli Usa. Marco Arcari approfondisce la conoscenza delle prime avversarie, Serbia, Filippine e Angola. Francesco Carotti riferisce le attese di Nicolò Melli. Genny de Gaetano realizza un’inchiesta tra tutti gli ex ct azzurri sull’opportunità o meno di portare al mondiale Gallinari e Belinelli.

Per la A2, già largamente presente con i servizi di apertura sulla Fortitudo e con Sodini, il personaggio, di Alberto Cristiani, è Sasha Vujacic, al quale è anche dedicata la copertina regionale. Fabrizio Cicciarelli compie un viaggio nella delusione di Siena ancora una volta colpita nel suo profondo amore per il basket. Il Focus di Pietro Moretti spiega perché nemmeno i regolamenti possono evitare situazioni che gettano pessima luce sulla pallacanestro italiana.

Andiamo all’estero per raccontare con Giovanni Bocciero chi è Donte Divincenzo, l’uomo che potrebbe presto vestire la maglia azzurra. Carlo Ferrario ci illustra le nuove stelle dei play off della Nba appena scattati. Giovanni Cardarello ci spiega come LeBron James, per la prima volta fuori dai giochi, può consolarsi con un nuovo fiume di dollari. In Europa il personaggio del giorno è indubbiamente Federico Perego: ce lo fa conoscere meglio Giuseppe Sciascia che racconta come alla prima esperienza da head coach in poco più di un mese sia riuscito a portare il Brose Bamberg al successo nella Coppa di Germania e alla Final Four di Champions League.

Per il basket femminile il personaggio, presentato da Giuseppe Errico, è Mariella Santucci che a Toledo sta abbinando con successo (come Davide Moretti alla Texas Tech) il profitto nello studio con la crescita tecnica, sognando un posto nella Nazionale di Crespi che tra quaranta giorni affronterà l’Eurobasket.

Per le “social stories” è il turno di Instagram: Filippo Luini ci spiega il ruolo che ha anche nello sport, in grado di stabilire un contatto diretto e privilegiato con i tifosi. Ne fanno largo uso i campioni più celebri, in Italia in particolare James e Banks, e la stessa Lega che ne ha fatto lo strumento più efficace della sua comunicazione.

Questa nuova imperdibile edizione di Basket Magazine, da leggere e collezionare, è al solito arricchita dalle opinioni di Mario Arceri, Piero Guerrini, Fabrizio Pungetti e Gek Galanda, impreziosita dall’amarcord di una storica e illustre firma del giornalismo italiano, Vanni Loriga, che questa volta ricorda i Giochi olimpici di Los Angeles e l’occasione perduta dall’Italia nell’Olimpiade di Michael Jordan, e dalle consuete rubriche di Tony Cappellari, Carlo Fallucca, Francesco Rizzo e Gian Matteo Sidoli. Il poster centrale è dedicato ad Aleksa Avramovic, stella dell’Openjobmetis di Varese.

Edito da Mediaprint, primo e unico periodico a raccontare il basket a 360°, Basket Magazine è coordinato da Fabrizio Pungetti, con la prestigiosa grafica di Giorgio Briacca, Loredana Ferraro, Filippo Luini e Francesca Finotti.
"Basket Magazine" si può acquistare in edicola o direttamente sul web in edizioni cartacea e digitale, seguendo le indicazioni pubblicate su www.printstop.it.
]]>
Tue, 16 Apr 2019 08:23:00 UTC
<![CDATA[Provvedimenti disciplinari - Serie A, serie A2 e serie A1 femminile, 13-14 aprile 2019 ]]> Serie A
Undicesima giornata di ritorno - Gare del 13-14 aprile 2019

OPENJOBMETIS VARESE. Ammenda di Euro 2.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico verso arbitri e tesserato avversario ben individuato.

UMANA VENEZIA MESTRE. Ammenda di Euro 990,00 per comportamenti atti a turbare il regolare svolgimento della gara (utilizzo di fischietti) e per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri.

ORIORA PISTOIA. Ammenda di Euro 500,00 per lancio di oggetti non contundenti (palle di carta) collettivo sporadico, senza colpire.

DOLOMITI ENERGIA TRENTO. Ammenda di Euro 500,00 per offese collettive sporadiche del pubblico verso un tesserato avversario.

ARIO COSTA (US VICTORIA LIBERTAS PESARO). Deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali.

STEFANO CIOPPI (accompagnatore US VICTORIA LIBERTAS PESARO). Ammonizione per proteste avverso decisioni arbitrali.

LUCA PENTUCCI (2°ass.te all. US VICTORIA LIBERTAS PESARO). Ammonizione per proteste avverso decisioni arbitrali.



Serie A2
Quattordicesima giornata di ritorno - Gare del 13-14 aprile 2019

Girone Ovest
BENACQUISTA LATINA. Ammenda di Euro 500,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri.

BANCA POPOLARE DEL CASSINATE CASSINO. Ammenda di Euro 1.500,00 per guasto delle attrezzature obbligatorie (segnale acustico cronometro).

Girone Est
CIMOROSI ROSETO. Ammenda di Euro 500,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri.

POMPEA MANTOVA. Ammenda di Euro 600,00 per accensione di fumogeni prima della gara

LE NATURELLE IMOLA. Ammenda di Euro 550,00 per offese collettive frequenti delpubblico agli arbitri e per lancio di oggetti non contundenti (palle di carta) collettivo sporadico, senza colpire.



Serie A1 femminile
Gara 3. Quarti di Finale Playoff del 13 aprile 2019

ELCOS BRONI. Ammenda di Euro 734,00 per offese e minacce collettive frequenti del pubblico agli arbitri

]]>
Mon, 15 Apr 2019 11:38:00 UTC
<![CDATA[Presidente - Stop alle scommesse sulle partite dei minorenni, la soddisfazione del presidente Petrucci ]]> Il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Giovanni Petrucci ha espresso la propria soddisfazione in merito alla notizia riportata oggi dalla Gazzetta, in relazione al blocco del flusso di denaro che arriva dalle scommesse sportive dedicate agli eventi che coinvolgono i minori.

Il presidente Petrucci ha voluto ringraziare Giancarlo Giorgetti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport, per la sensibilità dimostrata rispetto a un tema così delicato per lo sport italiano.

Questo il testo della notizia pubblicata oggi sul sito della Gazzetta dello Sport.
Con l’approvazione definitiva della Camera, l’Italia è in prima fila per questo annoso problema anche se c’è tanto da lavorare per frenare i flussi finanziari tra gli operatori di scommesse illegali e i consumatori. Ma sarebbe già tanto frenare o stoppare gli avvenimenti che sono ad alto rischio, come è accaduto nei mesi scorso per le gare di basket dei campionati giovanili, un’anomalia pericolosa con flussi di gioco importanti che ha costretto il presidente Fip Gianni Petrucci a chiedere l’intervento tempestivo del Governo.

FRENO — Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ha concluso il dibattito alla Camera con la consapevolezza di chi vuol dare un freno al gioco pericoloso. “Siamo fieri di approvare definitivamente la convenzione di Magglingen: il voto dell’Italia è decisivo per l’entrata in vigore in Europa delle misure di contrasto alle scommesse e al gioco illegali, in tutte le sue forme. L’introduzione della confisca di tutti i beni che costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo del reato è una misura fondamentale per dare finalmente un segnale concreto per sconfiggere le frodi e le scommesse sportive illecite”, le sue parole. Il ddl di ratifica introduce i reati in materia di frode in competizioni sportive, esercizio abusivo di gioco o di scommessa e giochi d’azzardo esercitati a mezzo di apparecchi vietati. Si introduce la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per reati di frode in competizioni sportive e di esercizio abusivo di giochi e scommesse modulando le relative condanne a seconda che siano relative a delitti o di contravvenzioni. E ancora, si prevede la confisca penale, anche per equivalente, dei beni che costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo di delitti di frode in competizioni sportive o di esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa. L’Agenzia delle dogane e dei monopoli viene indicata come l’autorità responsabile per la regolamentazione delle scommesse sportive: ciò significa che è Ente accertatore per contrastare il betting illegale e per limitare l’offerta su alcune competizioni, quindi per bloccare l’autorizzazione delle scommesse sui campionati disputati da minorenni. ]]>
Sat, 13 Apr 2019 16:36:00 UTC
<![CDATA[Under 20 maschile - Quattro raduni invernali per l'Italia Under 20. Capobianco: "Valutare e valorizzare le potenzialità" ]]> Quattro miniraduni in cinque mesi. Il 10 e il 11 dicembre 2018, l'11 e 12 febbraio, il 25 e 26 marzo, l'8 e 9 aprile 2019. Sempre al CPO Giulio Onesti di Roma, vero e proprio quartier generale della Nazionale Under 20 in questa prima parte dell'anno.

Spetta a coach Andrea Capobianco, dal 2012 al 2018 sulla panchina dell'Italia Under 18 e da questa stagione sportiva capoallenatore della maggiore delle Nazionali giovanili, esporre il perché di questi incontri invernali: “Conosciamo bene tutti i 40 giocatori che hanno partecipato a questi raduni – dice Capobianco - per il loro trascorso con le Nazionali, per le loro convocazioni durante l'Avviamento e il Perfezionamento Tecnico federale, per le loro attività con i rispettivi club. Sono però giocatori giovani, che crescono e accumulano esperienza giorno dopo giorno. L'obiettivo di questi raduni è stato quello di constatare questi miglioramenti”.

L'Europeo Under 20 di Tel Aviv è ancora distante nel calendario. Il lavoro svolto all'Acqua Acetosa è però propedeutico proprio all'evento che andrà in scena in Israele dal 13 al 21 luglio 2019: “Valutare e valorizzare le potenzialità di ogni singolo giocatore. È questa la premessa che abbiamo adottato nei raduni invernali. Abbiamo impostato il lavoro per cercare di capire l'adattabilità dei ragazzi al nostro pensiero di pallacanestro. Chi veste la maglia Azzurra deve saper leggere le situazioni ad alta intensità. Le sessioni di allenamento sono state divise in una parte dedicata ai fondamentali, una relativa agli uno contro uno fronte e spalle a canestro, e una incentrata su pick&roll e blocchi. Vogliamo basare il gioco sfruttando tutti gli strumenti della pallacanestro, in questo senso abbiamo valutato le reazioni dei giocatori a questi strumenti”.

Nei quattro appuntamenti di Roma, Andrea Capobianco ha lavorato con giocatori provenienti dai campionati italiani. Molti altri, come ricorda il coach, sono negli Stati Uniti, e “in estate li incontreremo. Abbiamo un'ampia scelta di giocatori, una base dalla quale creeremo il roster che rappresenterà l'Italia all'Europeo Under 20”.

Fra i giocatori Oltreoceano, Capobianco non può non menzionare Francesco Badocchi e Davide Moretti, protagonisti nel March Madness NCAA appena concluso (nella finalissima Virginia University di Badocchi ha sconfitto Texas Tech di Moretti 85-77 dopo un extra time): “Sono orgoglioso della stagione di Badocchi e Moretti. Francesco, a causa di infortuni, non ha potuto prender parte agli Europei Under 18. Ma è un ragazzo che stimo tantissimo, ha sempre dimostrato una grandissima voglia di arrivare. Ha capacità tecniche e fisiche, oltre a tanto coraggio. Ed è uno di quei giocatori che assorbe profondamente i consigli che gli vengono dati. Davide, beh, sappiamo tutti quello che Davide ha fatto nelle Nazionali giovanili. Nutro tanta stima ed affetto verso di lui. Quello che ha fatto quest'anno nel college è strabiliante. Entrambi sono classe '98, un'annata speciale per la pallacanestro italiana. Gli auguro un grande in bocca al lupo per le loro carriere. Come auguro un grande in bocca al lupo ad un altro classe '98, Tommaso Oxilia, per l'infortunio appena subito. So che tornerà presto, e ancora più forte”. ]]>
Wed, 10 Apr 2019 21:07:00 UTC
<![CDATA[Minibasket - Namibia. Mini Basketball Convention Program: il minibasket italiano raccontato dal tecnico federale Cremonini ]]> Maurizio Cremonini, tecnico federale per il minibasket, interverrà venerdì 12 e sabato 13 aprile al Mini Basketball Convention Program che si terrà a Windhoek capitale della Namibia.

L'incontro, voluto da FIBA Africa, ha la finalità di fare il punto sullo stato del minibasket nel continente africano facendo proprie le esperienze e gli insegnamenti di altri paesi: in tal senso Maurizio Cremonini presenterà il modello italiano. "Sono molto orgoglioso -ha affermato Cremonini, 62 anni, tecnico federale dal 2001- lo considero un segno preciso di gradimento della FIBA verso il minibasket italiano e il lavoro che la Federazione svolge".

Il Meeting si terrà al Centro Sportivo di Windhoek dove Cremonini venerdì 12 aprile terrà una lezione sul campo sul passaggio dal minibasket al basket e poi sabato 13 illustrerà le linee guida del minibasket italiano.

A Maurizio Cremonini i complimenti della Federazione Italiana Pallacanestro per l'importante designazione.


]]>
Wed, 10 Apr 2019 16:00:00 UTC
<![CDATA[Centri Tecnici Federali - Sicilia. Giornata Azzurra a Palermo ]]> Lunedì 8 aprile il PalaMangano di Palermo ha ospitato la Giornata Azzurra organizzata dal Comitato Regionale FIP in collaborazione con Green Basket Palermo (per la logistica e la comunicazione).

Antonio Bocchino, tecnico federale, Roberta Regis, formatore minibasket, e Massimo Sigillo, Referente regionale dei prepatori fisici, i docenti della Giornata Azzurra.

Il programma ha visto due allenamenti con i migliori prospetti siciliani dal 2003 al 2005 e a seguire il clinic integrato, a cui hanno partecipato duecento cinquanta fra istruttori e allenatori. Il Clinic, sul tema Costruzione di un sistema offensivo coerente con la formazione del giocatore è stato realizzato con la partecipazione dei ragazzi del 2001 e 2002.

"La Giornata Azzurra è un momento particolarmente importante della stagione, oramai una tradizione, - ha sottolineato Riccardo Caruso, presidente del Comitato Regionale FIP Sicilia- e' imporante perché riesce a coinvolgere allenatori e istruttori minibasket. Tutto quel mondo di persone, in pratica, che poi producono pallacanestro dando ai nostri giovani la possibilità di migliorare, di crescere e di appassionarsi sempre di più a questo sport che per noi è ovviamente, il più bello"

"Il minibasket crede tantissimo in questo progetto formativo -ha affermato Roberta Regis, formatore minibasket- ovviamente per quello che riguarda i ragazzi e soprattutto per quello che riguarda gli istuttori e gli allenatori. La Giornata Azzurra è il momento giusto per far capire quanto sia importante la crescita in toto dei ragazzi che partono dal minibasket e che approdano al settore giovanile, pensandoli non solo come atleti, ma come persone"

"La Giornata Azzurra per tutte le regioni, e a maggior ragione per la Sicilia, è un momento di incontro, discussione, confronto per gli allenatori e con gli allenatori, con qualche suggerimento tecnico sia agli allenatori, sia agli stessi giocatori -ha commentato Antonio Bocchino, tecnico federale- Come già capitato nelle altre regioni, l'atteggiamento dei ragazzi è stato positivo nei vari gruppi di allenamento, così come c'è stata una grande partecipazione e presenza degli allenatori sia agli allenamenti, sia al Clinic, dove erano presenti in duecentocinquanta. Sento di dover ringraziare il Comitato Regionale FIP Sicilia che ha organizzato questa giornata Azzurra in maniera impeccabile. Grazie anche a tante società e in particolare all'Orlandina Basket, la cui prima squadra gioca in serie A2, al suo capo allenatore Marco Sodini, presente a tutta la Giornata Azzurra, che oggi non hanno tenuto gli allenamenti per permettere ai propri allenatori di partecipare proficuamente a questo momento di formazione". ]]>
Wed, 10 Apr 2019 09:39:00 UTC
<![CDATA[High School BasketLab - Campionato Under 18, fase interzonale: High School BasketLab vince a Vittuone (50-55) ]]> Bel successo della squadra del progetto High School BasketLab a Vittuone nel terzo turno della fase interzonale del campionato Under 18. Dopo le sconfitte con Schio e Mirabello, le ragazze di Giovanni Lucchesi si sono imposte 50-55, la miglior marcatrice è stata Sara Ronchi con 11 punti.

Prossimo impegno il 17 aprile a Bologna, contro Schio.

Vittuone-High School BasketLab 50-55
HSBL: Varaldi 5, Ronchi 11, Braida 8, Egwoh 8, Rescifina 9, Susca 3, Arado 1, Setti 6, Celani 4. All. Giovanni Lucchesi

Gli altri due tabellini della fase interzonale
HSBL-Mirabello 51-75
High School BasketLab: Ronchi 7, Volpe 4, Varaldi 4, Setti 5, Braida 2, Iagulli, Celani 3, Susca 2, Arado 4, Logoh 12, Egwoh 6, Medeot 2. All. Giovanni Lucchesi.

Famila Schio-HSBL 63-45 (36-24)
HSBL: Ronchi 16, Volpe, Varaldi, Setti 4, Braida 3, Iagulli 2, Celani, Arado, Logoh, Egwoh 12, Keshi 8, Medeot. All. Giovanni Lucchesi.

Le ragazze del progetto
Arianna Arado (2004, 1.82, A, Amatori Savona)
Valentina Braida (2003, 1.80, Sporting Udine)
Noemi Celani (2003, 1.78, Monterotondo)
Ashley Egwoh (2002, 1.85, Lumaka Reggio Calabria)
Martina Iagulli (2003, 1.79, Libertas Moncalieri)
Promise Keshi (2003, 1.77, Raptors Basketball Mestrino)
Vittoria Lavinia Lanzilotti (2004, 1.82, A, Milano Basket Stars)
Caterina Logoh (2003, 1.75, Vis Castelfidardo)
Laura Medeot (2003, 1.85, A, Alba Cormons)
Anna Daria Rescifina (2003, 1.79, Giuseppe Rescifina Messina)
Sara Ronchi (2003, 179, Biassono)
Linda Setti (2003, 1.70, Correggio)
Stefania Susca (2004, 1.82, A, I Delfini Monopoli)
Sofia Varaldi (2003, 1.85, Laposmile Moncalieri)
Sara Volpe (2003, 1.77, Libertas Gym and Basket)

Coach: Giovanni Lucchesi, Davide Malakiano, Angela Adamoli
Team Manager: Carolina Gatta ]]>
Wed, 10 Apr 2019 08:51:00 UTC
<![CDATA[Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" - Tdr 2019. La presentazione a Salsomaggiore Terme ]]> Si è tenuta presso le Terme Berzieri di Salsomaggiore Terme, la conferenza stampa di presentazione del Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” 2019. La manifestazione, che per la quinta volta nella sua storia torna a disputarsi nella nostra regione, verrà giocata sui campi di Salsomaggiore, Fidenza, Fiorenzuola d’Arda e Parma, e vede la partecipazione di 40 rappresentative regionali, maschili (annata 2005) e femminili (annate 2004 e 2005), provenienti da tutta Italia.

Il primo ad intervenire nella conferenza stampa è stato il presidente del Comitato Regionale FIP Emilia-Romagna, Stefano Tedeschi, che si è detto felice di poter ospitare questa importante rassegna, sottolineando come il Trofeo delle Regioni rappresenti una vetrina di prestigio nel panorama cestistico nazionale. “La cerimonia d’apertura è prevista per giovedì 18 aprile – ha precisato – poi, oltre al Programma Aggiornamento Obbligatorio per Allenatori di venerdì 19, abbiamo organizzato anche la Santa Messa, nella serata di domenica 21, Pasqua, nel Duomo di Salsomaggiore”.

“Salsomaggiore diventerà una piccola cittadella dello sport”, ha affermato l’assessore allo sport Stefano Compiani, che ha aggiunto: “vogliamo rilanciare il turismo a Salsomaggiore e il Trofeo delle Regioni si andrà ad aggiungere alle tante manifestazioni sportive che si terranno nel mese di aprile nella nostra città”.

Poi è stato il turno del sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Emilia-Romagna, Giammaria Manghi, che ha ribadito quanto sia importante per l’Emilia Romagna poter tornare a ospitare, a distanza di soli tre anni, questa prestigiosa manifestazione.

La conferenza stampa si è, poi, chiusa con i ringraziamenti del presidente FIP, Giovanni Petrucci: “Nella giornata che ha visto protagonista, davanti a 70mila spettatori, Davide Moretti nella Finale NCAA, volevo sottolineare l’importanza di questa manifestazione che ha lanciato Davide nell’edizione di Genova. Inoltre, sono contento di poter tornare in questa località termale, dove sono state vissute pagine importanti della nostra pallacanestro giovanile”.

Il Comitato organizzatore ha, infine, annunciato che ben 10 gare andranno in diretta streaming, comprese le semifinali maschili e le due principali finali.
Alla Conferenza stampa ha partecipato anche il segretario generale della FIP Maurizio Bertea. ]]>
Tue, 9 Apr 2019 13:18:00 UTC
<![CDATA[Presidente - Francesco Badocchi (Virginia Cavaliers) e Davide Moretti (Texas Tech) nella Finale NCAA. Le congratulazioni del presidente Petrucci ]]> Due ragazzi italiani nella Finale NCAA è un sogno che si realizza.
Congratulazioni a Francesco Badocchi per aver vinto il titolo 2019 con Virginia Cavaliers e complimenti a Davide Moretti per aver giocato con Texas Tech da protagonista l'intera stagione e segnato 15 punti in Finale. Virginia ha vinto 85-77 al supplementare una gara intensa e combattuta.
Francesco e Davide ci avete permesso di rivivere le stesse emozioni e soddisfazioni vissute con Marco Belinelli, quando cinque anni fa vinse il titolo NBA.
Mi piace pensare che per i ragazzi italiani nulla sia impossibile.
Bravi e grazie a nome della pallacanestro italiana. Vi abbraccio con affetto.

Ad Maiora,
Giovanni Petrucci ]]>
Tue, 9 Apr 2019 05:03:00 UTC